Allestimenti e arredamenti per veicoli commerciali.

lunedì 18 giugno 2018

Syncro per l'innovazione: il Fondo Europeo di Sviluppo regionale finanzia il progetto Ultravision per la Francom Spa

Da Venezia 6 mila euro a Syncro System per l'aupgrade delle procedure operative
Il progetto Syncro Ultravision finanziato dal Fesr
Da Venezia arriva a San Zeno di Cassola un finanziamento di 6 mila euro per la realizzazione del grande  progetto per l'aggiornamento organizzativo avviato dalla Fracom Spa, l'azienda capofila del Gruppo Syncro System. L'impresa cassolese, specializzata nella creazione e nell'installazione di arredi, mobili e accessori per furgoni,  ha infatti partecipato con successo a un bando regionale nato proprio per sostenere le piccole e medie imprese venete desiderose di acquistare servizi per l'innovazione. Si tratta di un'iniziativa di promozione dello sviluppo economico inserita nel Programma Operativo regionale 2014 – 2020 e finanziata dall’Unione Europea, dallo Stato e dalla Regione attraverso Fondo europeo di Sviluppo regionale.
Il piano di ottimizzazione avviato lo scorso marzo da Syncro si chiama Ultravision, ha un costo complessivo di 44mila euro e riguarda la gestione della produzione e del magazzino. Si tratta, in sostanza, di un importante aggiornamento delle procedure che prevede lo sviluppo di piattaforme digitali e, conseguentemente, l'informatizzazione e l'ottimizzazione di tutti i processi. In particolare, grazie a questo lavoro di ammodernamento e snellimento dell'organizzazione aziendale, si potrà migliorare l'attività di consuntivazione delle diverse fasi di lavorazione, aumentando così il grado di tracciabilità di tutti i passaggi produttivi. Saranno inoltre automatizzate e informatizzate le attività di ricezione del materiale dai fornitori e sarà semplificata e perfezionata la gestione delle distinte di base dei materiali.
Un altro passo verso il futuro dell'azienda Syncro System, da sempre alla ricerca del miglioramento e dell'eccellenza non solo nei suoi prodotti ma anche nei processi necessari per realizzarli.

mercoledì 13 giugno 2018

Supermoto: il biker Gallan, sostenuto da Syncro System, sul podio a Busca.

Syncro System festeggia i successi del biker Matteo Gallan
Matteo Gallan sul circuito di Busca
Buone notizie dal mondo delle due ruote per Syncro System. Lo scorso week end il biker lodigiano Matteo Gallan, ventinovenne di belle speranze, ha conquistato il podio sul circuito di Busca, al Campionato Regionale Supermoto 2018 XoffRoad, per la gioa dei fans e la soddisfazione degli sponsor, tra i quali c'è anche l'azienda di San Zeno di Cassola, specializzata in allestimenti per officine mobili e da tempo sostenitrice di piloti emergenti sia nei campionati per le monoposto sia in quelli per le moto.
Il centauro è riuscito ad ottenere la pole position nelle qualifiche e a portarsi a casa un terzo posto in gara 1 e un secondo, sudatissimo e meritatissimo posto in gara 2.
Due ottimi piazzamenti che hanno permesso al biker di scalare la classifica generale di giornata, raggiungendo il secondo posto nella graduatoria del 10 giugno. Si è trattato quindi di un intenso ma straordinario fine settimana per il giovane motociclista: un buon preludio per la prossima tappa degli Internazionali d'Italia di Supermoto, in calendario fra due settimane sempre sulla pista cuneese di Busca.

mercoledì 30 maggio 2018

Da Syncro ripiani stagni in inox per evitare spargimenti di liquidi nel furgone

L'officina mobile è più sicura e ordinata con i ripiani stagni Syncro System
I nuovi ripiani stagni Syncro System
Vuoi evitare spargimenti di liquidi all'interno del tuo furgone?
Per ogni problema che può presentarsi nella carriera di un professionista del lavoro in movimento, c'è sempre una soluzione marchiata Syncro System.  E' così da oltre vent'anni, da quando cioè l'azienda di San Zeno di Cassola si è specializzata nella creazione e nell'installazione di mobili, accessori e attrezzature per furgoni e van. Il catalogo dei prodotti per officine mobili proposto da Syncro è infatti ricchissimo e in costante aggiornamento. Una delle ultime novità lanciate dalla ditta cassolese riguarda gli arredi e, in particolare i ripiani e le mensole per il laboratorio viaggiante.
Da qualche tempo in tutte le filiali e le concessionarie Syncro sono disponibili degli speciali ripiani stagni in acciaio inox che impediscono la fuoriuscita di liquidi, aumentando il grado di sicurezza all'interno del vano di carico.
Non è infrequente d'altro canto che, nel corso delle operazioni di carico e scarico del materiale dall'officina mobile o durante il lavoro capiti di urtare e far cadere un contenitori di olio, lubrificante, solvente o polvere. Per evitare che queste sostanze si spargano ovunque all'interno del mezzo e rischino di rovinare gli attrezzi e l'arredo del furgone è sufficiente dotarsi di questi nuovi ripiani stagni, disponibili in varie dimensioni. Sono stati progettati proprio per scongiurare tale eventualità e sono facilissimi da montare e smontare. Le due ali frontali possono essere infatti bloccate con semplici viti o volantini. All'interno del ripiano si possono inoltre fissare i barattoli contenitori di liquidi con le apposite cinghie del Gruppo system. 
Un altro grattacapo in meno, grazie a Syncro System.

martedì 15 maggio 2018

Formula Gp3: grandi emozioni a Montmelò per Syncro System e Draco Marketing con il pilota Alessio Lorandi

Syncro sponsorizza il pilota Lorandi, del team Trident, nella serie Gp3
Il pilota Alessio Lorandi,sponsorizzato da Syncro System
La stagione dei motori entra nel vivo e i campionati di Formula 2 e Gp3, seguiti da Draco Marketing, cominciano a regalare forti emozioni agli sponsor, compreso il Gruppo Syncro System. L'azienda di San Zeno di Cassola, che da molti anni ormai supporta alcuni dei piloti del team Draco impegnati nei campionati cadetti della Formula 1, lo scorso week end ha potuto seguire una corsa al cardiopalma e “soffrire” assieme al suo driver Alessio Lorandi sul circuito catalano di Montmelo, dove si sono incrociate entrambe le squadre supportate da Draco: Mp Motorsport e il team Trident, in cui corre il campione di Syncro, nella serie Gp3. 
Sono state proprio le gare di quest'ultima serie a dare maggiori brividi. In gara 1 la squadra Trident ha ottenuto buone postazioni in classifica: settimo posto per Alesi, nono per Piquet e undicesimo con Lorandi. In gara 2 Alesi è poi riuscito a salire sul più alto gradino del podio ed anche il bresciano Lorandi, per la gioia dei supporter Syncro, ha dato prova di grande abilità, realizzando ottimi sorpassi che gli hanno consentito di guadagnare il settimo posto. Purtroppo sul finale è scivolato in sedicesima posizione a causa di uno sfortunato incidente. Il risultato avrebbe infatti potuto essere anche migliore se Lorandi non si fosse ritrovato con la gomma posteriore sinistra a terra tagliata dall'ala anteriore di Ryan Tveter, suo compagno di squadra. Poco male: per i driver di Trident ci sarà tempo per rifarsi il prossimo 24 giugno, sul circuito Paul Ricard, a Le Castellet in Francia.

giovedì 10 maggio 2018

Marmata o gommata: ecco le nuove finiture per i pianali in legno Syncro System

I pianali per furgone del Gruppo Syncro System cambiano pelle per rendere le officine mobili sempre più funzionali e sicure. Da qualche tempo infatti l'azienda si San Zeno di Cassola, da oltre vent'anni attiva nel settore dell'arredo furgoni, ha messo in commercio due nuovi tipi di finitura per i pianali in legno utilizzati per consolidare il pavimento del vano carico. In luogo della vecchia versione resinata, oggi in tutte le officine Syncro sono disponibili le finiture marmate o gommate da applicare, in entrambi i casi, su una solida base di legno multistrato di betulla.

FINITURA MARMATA
La pulizia del furgone è più facile con i pianali marmati Syncro System
Finitura marmata per pianali in legno Syncro System
La prima tipologia è stata studiata per chi desidera avere un laboratorio viaggiante dall'aspetto luminoso e facile da pulire. La speciale resina utilizzata per rivestire il pianale ricorda, come suggerisce il nome stesso, l'aspetto e il colore dei pavimenti in marmo: i toni sono chiari ma mai uniformi o piatti, in modo da nascondere eventuali imperfezioni dovute all'usura e allo sfregamento dei materiali che vengono issati o spostati sul piano di carico. La resina utilizzata garantisce inoltre un'ottima resistenza all'umidità e agli urti e una estrema facilità delle normali operazioni di pulizia. 

FINITURA GOMMATA 
Grip eccezionale sul pavimento dell'officina mobile con le finiture gommate Syncro System
Finitura gommata per il pavimento dell'officina mobile
 
La seconda opzione offerta ai professionisti del lavoro in movimento è un rivestimento gommato “a grana di riso” che conferisce un effetto antiscivolo insuperabile. Il materiale e la sua lavorazione a piccole bugne donano al pavimento una aderenza eccezionale e proteggono anche il pianale dai danni derivanti dall'umidità o dallo spargimento di liquidi. Anche in questo caso la luminosità dell'insieme è assicurata dalla tonalità di grigio chiaro scelta per questa finitura.


Tutte e due le nuove finiture hanno sino ad ora ottenuto un grande successo fra tecnici, impiantisti, commessi viaggiatori e artigiani. A riprova di quanto l'azienda si impegni nella ricerca di soluzioni sempre più aggiornate e in linea con le richieste dei clienti.

venerdì 20 aprile 2018

Dal 20 maggio scattano i controlli sul fissaggio del carico: con Syncro si viaggia sicuri e in regola

Syncro System propone cinghie, barre, ganci, telai, sistemi di trasporto sul tetto
Cinghia per il bloccaggio di macchinari e materiali
Carichi ben fissati per trasporti ultrasicuri e in regola con le nuove disposizioni del Ministero dei Trasporti. Con i sistemi di bloccaggio Syncro System i professionisti del lavoro in movimento possono viaggiare tranquilli, certi di poter superare senza problemi i controlli che dal 20 maggio le forze dell'ordine saranno chiamate ad eseguire su tir e mezzi pesanti, ma anche sui veicoli commerciali di taglia leggera, per verificare anche il corretto fissaggio delle merci e dei materiali presenti a bordo. Il prossimo mese entra infatti in vigore il decreto numero 215 del Mit: di fatto un giro di vite     teso, tra l'altro, ad incentivare i trasportatori a utilizzare adeguati sistemi di bloccaggio per impedire che il carico possa rovesciarsi e mettere in pericolo le persone o l'ambiente.
 I controlli riguarderanno soprattutto i mezzi pesanti, come i camion, ma nella direttiva è scritto chiaramente che le ispezioni potranno estendersi anche ai furgoni e ai van.
 I clienti Syncro System, ad ogni modo, possono viaggiare tranquilli. L'azienda di San Zeno di Cassola infatti da anni realizza ed installa accessori per il bloccaggio del carico pratici, sicuri e diversi per adattarsi alla tipologia di carico. La scelta è molto ampia: si va dalle cinghie da abbinare a barre e rotaie ai ganci, dai telai portaoggetti (portabombole, portarotolo per carta, portadocumenti...) ai diversi sistemi di trasporto sul tetto (portascale, portatutto, portapunte, portamoto...). Ma non è tutto. I furgoni attrezzati con scaffalature e cassettiere Syncro System hanno superato i crash test: i caso di urto violente del mezzo gli arredi non subiscono danni tali da mettere in pericolo gli occupanti della cabina di guida e trattengono al loro interno la quasi totalità del materiale trasportato.

venerdì 13 aprile 2018

A febbraio la domanda di veicoli commerciali in Europa sale del 5,8 per cento

Nel mese di febbraio in Europa si è registrato un nuovo incremento della richiesta di nuovi veicoli commerciali. A dirlo, come sempre, è l'Acea (Associazione europea dei costruttori di automobili) che nelle scorse settimane ha diramato un comunicato in cui segnalava una crescita media  del 5,8 per cento (rispetto a febbraio 2017) delle immatricolazioni di van e furgoni con peso totale a terra sino a 3,5 tonnellate. In tutti i Paesi Ue, infatti, nel secondo mese dell'anno sono stati acquistati e registrati 143.930 mezzi da lavoro. Il contributo più importante a questo risultato è arrivato dalla Spagna, dove l'aumento delle immatricolazioni è stato pari al 18,1 per cento. In Germania la crescita è stata buona ma non a doppia cifra (+8,8 per cento), mentre il Regno Unito, l'Italia e la Francia si accontentano di performance meno ragguardevoli (rispettivamente +6,4 per cento, + 6 per cento e + 3,5 per cento). Se si guarda invece alla media complessiva delle vendite nei primi due mesi dell'anno (dal primo gennaio ai 28 febbraio), si nota che in questi 60 giorni la domanda ha avuto un incremento del 6,8 per cento rispetto al primo bimestre 2017, per un totale di 297.602 veicoli messi su strada.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...