Allestimenti e arredamenti per veicoli commerciali.

martedì 3 maggio 2016

In marzo le registrazioni di nuovi van volano a +33,7 per cento

Anche nel mese di marzo prosegue la ripresa del mercato italiano dei veicoli commerciali che, grazie agli sgravi fiscali previsti dal Superammortamento, registra una crescita del 33,7 per cento rispetto allo stesso periodo del 2015. Ad annunciarlo è l'ufficio stampa dell'Unrae, l'associazione del casa automobilistiche estere, che nell'ultimo report parla di un incremento delle registrazioni pari ad un terzo in più in raffronto al marzo dello scorso anno. Se infatti nel marzo 2015 le immatricolazioni di mezzi commerciali di taglia leggera si sono fermate a quota 11.529, nel nel terzo mese del 2016 sono stati messi su strada ben 15.411 furgoni e van con peso inferiore o pari a 3,5 tonnellate. D'altro canto, come segnala la stessa Unrae, il trend per questa nicchia di mercato è positivo da ormai 27 mesi consecutivi e in particolare in questo primo spicchio del 2016 la richiesta ha subito un'ulteriore accelerata. Basti pensare che da inizio anno alla fine del trimestre sono stati venduti quasi 40 mila autocarri di taglia leggera (per la precisione 39.965 unità), un dato in aumento del 30 per cento rispetto al primo trimestre 2015. «Grazie alle manovre di alleggerimento della pressione fiscale sulle imprese introdotte con la Legge di Stabilità il 15 ottobre scorso - ha dichiarato nell'ultimo comunicato stampa il presidente dell'Unrae Massimo Nordio - il parco circolante sta accelerando il suo rinnovo». Oggi è infatti possibile per tutte le imprese sfruttare il cosiddetto Superammortamento, un'agevolazione fiscale che consente di detrarre, sulla dichiarazione dei redditi, il 140 per cento della spesa sostenuta per l'acquisto di beni strumentali, e quindi anche di auto e furgoni. Per Nordio la direzione presa dal Governo è quindi quella giusta, anche se molto si potrebbe ancora fare per velocizzare ulteriormente la sostituzione dei vecchi mezzi più vetusti. La presidenza dell'Unrae auspica quindi possano essere messe presto in atto misure «più strutturali» per dare corpo e continuità alla ripresa, a tutto vantaggio dell'economia e anche dell'ambiente.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...